Voli Milano Catania

Volo Ryanair in ritardo: cosa fare?

 19 giugno 2018
  |  
 Categoria: Voli
  |  
 Scritto da: admin

Tutto può succedere


Quando decidiamo di acquistare un volo low cost tendiamo ad organizzare tutto nei minimi dettagli: volo, spostamenti e pernottamenti. Ma può capitare che ci siano dei ritardi. Ryanair risulta essere tra le compagnie più puntuali di Europa con una percentuale molto bassa di ritardi. Ad ogni modo, un ritardo può sempre capitare. Quando accade bisogna essere pronti a capire quale è la soluzione, tra quelle che ci vengono prospettate, più consona ai nostri bisogni, al nostro viaggio e alle persone che viaggiano con noi.



Casistiche


Il ritardo può essere anticipatamente comunicato qualora siano in corso disagi di qualsiasi tipo (per esempio scioperi del personale di terra e/o di bordo), problematiche geopolitiche indipendenti dalla compagnia aerea, o disagi alla circolazione aerea.

Ryanair tende ad avvisare per tempo i passeggeri qualora il ritardo sia preventivamente calcolabile e superiore alle tre ore.


In questa ipotesi si prospettano per il passeggero due soluzioni tra le quali dovrà scegliere. La prima è legata alla possibilità di chiedere un rimborso totale del biglietto aereo. Questo significa che si può rinunciare ad effettuare il volo e richiedere subito il rimborso di quanto speso al momento dell’acquisto. Questa rappresenta spesso, per chi aveva deciso di trascorrere solo un weekend fuori, l’opzione migliore in quanto si evita di vedersi ridotto il weekend a qualche ora di svago.

La seconda opzione riguarda invece la possibilità di cambiare il volo. Viene cioè data l’opportunità al passeggero di scegliere un altro volo, cambiando quindi anche la data della partenza e dell’eventuale ritorno (ma non della tratta) senza incorrere in ulteriori costi.



Risarcimento


Ad ogni modo è riconosciuto un indennizzo per i ritardi, secondo le norme di legge, a tutti i passeggeri che subiscono più di tre ore di ritardo. Tale indennizzo è basato sul chilometraggio previsto dalla tratta. È possibile farne richiesta seguendo le procedure che la compagnia invierà via mail ai passeggeri. Qualora per diverse ragioni la comunicazione non fosse recapitata, è possibile reperite tutte le informazioni su Risarcimentovolo.it


La possibilità di chiedere un risarcimento è disciplinata dal Regolamento Comunitario n. 261/2004 dell’11/02/2004, che ha istituito le cosiddette regole comuni in materia di compensazione ed assistenza ai passeggeri in caso di negato imbarco, di cancellazione e di ritardo prolungato.

Può essere riconosciuto un risarcimento fino a 600€ a passeggero in caso di ritardo, cancellazione e overbooking del volo, indipendentemente dal prezzo pagato per il biglietto. Il risarcimento infatti è legato al disagio che si crea al passeggero.


In particolare, l’art. 7 del regolamento del 2004 prevede una seguente compensazione pecuniaria:


  • - 250€ per tratte fino a 1500 km e con ritardi di almeno 3 ore.

  • - 400€ per tratte dai 1500 km ai 3500 km.

  • - 600€ per tutte le tratte aeree superiori a 3.500 km.


La gran parte dei passeggeri, probabilmente impauriti dalla burocrazia e dal fatto che molte compagnie, come ad esempio Ryanair, inviano comunicazioni in lingua inglese, non fanno richiesta di rimborso. In effetti il comportamento della compagnia, spesso pronta a risarcire in caso di cancellazione del volo con rimborso totale, lascia intendere che dall'altra parte ci sia tutta la volontà di venire incontro al cliente e di evitare ulteriori disagi legati a procedure di rimborso onerosi in termini di tempo.


Nella realtà invece la compagnia ha il dovere di informare tutti del fatto che esiste un diritto al risarcimento pecuniario, non solo per coprire costi sostenuti ma anche per quelli creati, che a loro volta potrebbero rappresentare degli ulteriori costi per il cliente stesso che si trova ad affrontare imprevisti durante un viaggio.


Con Risarcimentovolo.it potrete trovare un modulo di semplice compilazione con la finalità di agevolarvi nella richiesta di risarcimento nei confronti della compagnia aerea.

La procedura è molto semplice: si compila un modulo, il sistema effettua in automatico una verifica relativamente alla eleggibilità della richiesta e successivamente si ottiene supporto. Bisognerà solo inviare i documenti richiesti on line. Non è necessario versare quote, ma solo attendere l'esito della procedura di rimborso. Avrete un supporto professionale e discreto che non vi porterà via tempo né risorse.


Qualunque sia il vostro paese di partenza in Europa, otterrete un supporto valido così che il vostro tempo non vada perso invano!


Barra strumenti
© 2012-2018 - VoliMilanoCatania24.it - Diritti riservati